martedì 11 giugno 2024

Come gli antichi egizi erano in grado di produrre vasi con una tecnologia che non esisteva 5.000 anni fa

con l'allusione alla festa dell'Heb Sed

Museo Egizi

di Josep Guijarro sito web LaRazon Vaso in alabastro di Zoser

Questo mistero porta a due congetture: oppure gli antichi egizi avevano una tecnologia superiore a ciò che la storia concede loro, o ricevuto aiuto esterno avanzato... 

Chiunque visiti l'Egitto rimane abbagliato dalla grandezza delle piramidi e spesso si chiede come siano riusciti a tagliare, trasportare e sollevare i pesanti blocchi di pietra in una posizione precisa senza ruote, gru o pulegge. 

Ma il vero mistero e la complessità si trovano anche nei piccoli oggetti di uso quotidiano.

I piccoli artefatti utilizzati quotidianamente nascondevano enigmi profondi quanto le piramidi stesse. Ci chiediamo come gli antichi egizi modellassero la pietra dura senza la tecnologia avanzata di cui disponiamo oggi.

 

Questo mistero è evidente nei numerosi vasi a bocca stretta fatti di basalto, alabastro o diorite, la pietra più dura conosciuta sulla Terra.

 

La domanda su come svuotassero l'interno di questi contenitori rimane senza risposta, considerando che nell'Antico Regno non disponevano di torni e le frese erano di rame.

Uno dei manufatti più intriganti che ho visto si trova nel Museo Egizio del Cairo . Si tratta di un vaso in alabastro proveniente dal corredo funerario del faraone Zoser, della Terza Dinastia (2686-2649 a.C.).

 

Questo vaso, scoperto da Jean Philippe Lauer insieme ad altri 40.000 vasi e recipienti di grande bellezza, alcuni antecedenti al regno di Zoser, presenta una perfetta simmetria e una superficie levigata che sembra impossibile da ottenere senza un tornio.

 

Inoltre molti di questi vasi, compreso questo, hanno colli stretti e allungati che impediscono di inserire la mano per modellare e lucidare l'interno.

Alcuni autori hanno suggerito che potrebbero aver utilizzato trapani capaci di espandersi all'interno del vaso mediante qualche meccanismo, ma non ci sono prove di ciò.

 

Rappresentazioni e figurine che mostrano la realizzazione di mestieri simili includono strumenti noti agli storici, ma non torni, e le punte di rame sembrano insufficienti per modellare materiali così duri.

Questo mistero non si limita agli strumenti di uso quotidiano. La ruota fu introdotta dagli Hyksos con il carro nel 1600 a.C., molto tempo dopo l'era di Zoser.

 

Durante il regno di Zoser ci furono grandi innovazioni tecnologiche nell'architettura della pietra, ma anche così, l'esatto metodo di lavorazione della pietra dura rimane un enigma.

Un altro caso sconcertante è quello di un blocco di granito scoperto nel 1880 dall'egittologo britannico Sir Flinders Petrie .

 

Questo blocco presenta una perforazione effettuata mediante una punta tubolare, lavorazione difficilmente spiegabile con gli strumenti conosciuti dell'epoca. Le raffigurazioni di trapani nella tomba TT100 della Necropoli di Tebe mostrano trapani in rame usati nel legno, ma non nella pietra dura ...

 

Le perforazioni del granito presentano segni a spirale sulla parete interna, indicando un avanzamento rapido e continuo che sembra impossibile con strumenti di rame.

Gli scettici sostengono che gli antichi egizi usassero abrasivi come il quarzo macinato per facilitare il processo, ma anche con questo le tecniche sembrano estremamente avanzate.

 

Questo mistero porta a due congetture:

  • oppure gli antichi Egizi possedevano una tecnologia superiore a quella che la storia concede loro

  • oppure hanno ricevuto un aiuto esterno avanzato, un'idea che è alla base dell'antica teoria degli astronauti ...

Indipendentemente dalla credibilità data all'una o all'altra teoria, ciò che è indiscutibile è che gli enigmi non sono solo nelle grandi costruzioni come le piramidi, ma anche nei piccoli utensili che usavano quotidianamente.

 

Questi manufatti dimostrano che la raffinatezza e la conoscenza degli antichi egizi nella lavorazione della pietra comprendeva sia l'aspetto monumentale che quello quotidiano...

 FONTE

®wld

mercoledì 5 giugno 2024

Chicchi di grandine in formato DVD cadono in Texas

Dane Wigington
GeoengineeringWatch.org

"Una grandinata feroce che ha causato gravi danni descritti come l'inferno sulla Terra", da Fox News. "Massicce tempeste di grandine continuano a colpire gli Stati Uniti", dal Washington Post. 

"La città del Texas utilizza gli spazzaneve dopo un'escursione termica di 50 gradi e 2 piedi di grandine" . 

"I residenti di una città del sud-ovest del Texas hanno segnalato un drammatico calo della temperatura mercoledì e una grandinata così forte che hanno dovuto utilizzare gli spazzaneve per pulire le strade". 

"La temperatura a Marathon, in Texas, è scesa di oltre 50 gradi mercoledì pomeriggio mentre i termometri sono crollati da circa 105 gradi a metà degli anni '50 in circa un'ora". Tutto da ABC News. 

Da The Weather Channel: 

"Chicchi di grandine in formato DVD cadono in Texas". Registra il calore e registra la caduta del ghiaccio dal cielo. 

Questi scenari meteorologici hanno senso meteorologicamente parlando? Benvenuti nei processi brevettati di semina delle nuvole con nucleazione chimica del ghiaccio. 

Cos’altro porteranno le prossime settimane e i prossimi mesi? L'ultima puntata di Global Alert News è riportata di seguito.

 
 

giovedì 30 maggio 2024

La divergenza dei valori mondiali

Adobe Stock
Si supponeva che la globalizzazione allineasse i valori mondiali - Invece, stanno divergendo
 
di Ross Pomeroy
2 maggio 2024
dal sito Web BigThink Credito: greenbutterfly

Punti chiave

  • Secondo una nuova analisi, i valori delle società non stanno convergendo attorno alle nozioni di diritti e libertà personali. Invece, si stanno allontanando sempre più. La spaccatura è più pronunciata tra i paesi ricchi e quelli poveri.

     

  • I popoli del mondo erano particolarmente meno propensi ad accordarsi sull'etica dell'omosessualità, dell'eutanasia, del divorzio, della prostituzione e dell'aborto. I residenti dei paesi ricchi sono diventati più a loro agio con tutti questi argomenti, mentre i residenti dei paesi più poveri lo erano meno.

     

  • Perché la tendenza verso la tolleranza e l’espressione di sé si è arrestata nelle nazioni più povere? È possibile che, anche se queste società sono diventate più ricche, i loro guadagni in termini di ricchezza rimangano insicuri. L’instabilità politica, i conflitti e la minaccia di disastri ambientali potrebbero indurre le persone a rimanere più conservatrici, nazionaliste e diffidenti nei confronti degli altri.

"Valori in evidenza tolleranza ed espressione di sé si sono discostati in modo più netto, particolarmente tra i paesi occidentali ad alto reddito e il resto del mondo."
Alla fine della Guerra Fredda, molti pensatori predissero ottimisticamente che la globalizzazione avrebbe fatto sì che i valori sociali delle società globali convergessero attorno a nozioni liberali di diritti e libertà personali.
 
Da allora, la tecnologia ha reso la Terra “più piccola” che mai.

Il commercio globale trasporta merci da un angolo all’altro del globo.

 

Le compagnie aeree ci consentono di viaggiare attraverso gli oceani in poche ore anziché in giorni o settimane.

 

Internet ci consente di tenere sotto controllo eventi a migliaia di chilometri di distanza, di immergerci in culture diverse e di connetterci con gli altri quasi istantaneamente.

Eppure, secondo una nuova analisi condotta da ricercatori dell’Università di Chicago, i valori delle società non stanno convergendo. Invece, si stanno allontanando sempre più.

 

La spaccatura è più pronunciata tra i paesi ricchi e quelli poveri.

 

Valori divergenti

 

Joshua Conrad Jackson, assistente professore di scienze comportamentali presso la Booth School of Business, e Dan Medvedev, uno studente dell'ultimo anno di dottorato in scienze comportamentali presso la Booth School of Business , hanno collaborato per lo studio, pubblicato il 9 aprile sulla rivista Comunicazioni sulla natura.

 

Insieme, hanno analizzato i dati del World Values ​​Survey.

 

Ogni cinque anni, dal 1981, gli scienziati sociali di tutto il mondo intervistano decine di migliaia di persone sparse in almeno 76 paesi.

 

Utilizzando un questionario comune, chiedono agli intervistati le loro convinzioni, valori e motivazioni. Le risposte forniscono uno sguardo nelle menti di persone provenienti da tutti i tipi di culture diverse.

 

Jackson e Medvedev hanno scoperto che dei 40 valori misurati nel sondaggio, 27 erano divergenti tra il 1981 e il 2021.

I popoli del mondo erano particolarmente meno propensi ad accordarsi sull'etica dell'omosessualità, dell'eutanasia, del divorzio, della prostituzione e dell'aborto.

I residenti dei paesi ricchi sono diventati più a loro agio con tutti questi argomenti, mentre i residenti dei paesi più poveri lo erano meno.

Questo divario di valori tra ricchi e poveri si è ampliato anche per quanto riguarda la genitorialità negli ultimi quattro decenni.

 

Le persone provenienti dai paesi più poveri attribuiscono valore all’obbedienza e alla fede religiosa nei propri figli, mentre le persone provenienti dai paesi più ricchi attribuiscono molta meno importanza a queste due qualità.

Per mostrare i valori divergenti tra paesi ricchi e poveri, Jackson e Medvedev hanno citato il Pakistan e l’Australia .

Nel 1981, il 39% degli australiani riteneva che l’obbedienza infantile fosse importante e il 45% riteneva giustificabile il divorzio. Nello stesso anno, rispettivamente il 32% e il 10% dei pakistani erano d'accordo con tali affermazioni.

 

Nel 2021, solo il 18% degli australiani, rispetto al 49% dei pakistani, ha affermato che l’obbedienza infantile è importante, mentre il 74% degli australiani e il 15% dei pakistani ritengono giustificabile il divorzio.

In un’analisi aggiuntiva, gli autori hanno scoperto che il PIL pro capite era il maggiore predittore dell’allineamento dei valori sociali.

Anche il commercio frequente, la vicinanza geografica e la somiglianza religiosa hanno contribuito, anche se in misura molto minore.

Durante il periodo di studio, praticamente tutti i paesi sono diventati più ricchi.

Nel 1981 oltre il 40% della popolazione mondiale viveva in condizioni di estrema povertà.

 

Oggi questa percentuale è inferiore all’8%...

Nel corso di quel periodo, i valori sociali della maggior parte dei paesi tendevano a diventare più tolleranti, secolarizzati e individualisti – in breve, più occidentalizzati.

 

Quindi, in questo senso,

le previsioni globaliste di decenni fa erano corrette.

È solo che i cittadini dei paesi più ricchi tendevano a seguire quella tendenza in misura molto maggiore rispetto ai cittadini delle nazioni più povere.

 

Contabilità del divario

 

Perché la tendenza si è arrestata nei paesi meno abbienti?

 

È possibile che, anche se queste società sono diventate più ricche, i loro guadagni in termini di ricchezza rimangono insicuri.

L’instabilità politica, i conflitti e la minaccia di disastri ambientali potrebbero indurre le persone a rimanere più conservatrici, nazionaliste e diffidenti nei confronti degli altri.

 

Anche i governi autoritari potrebbero creare ostacoli.

Questi regimi, in particolare in Iran, Russia e Cina, si esprimono con forza contro i valori occidentali.

"La Russia ha definito la recente guerra in Ucraina come una guerra contro i valori occidentali", hanno osservato gli autori.

 

"I politici cinesi si sono espressi contro i paesi che 'promuovono con la forza il concetto e il sistema della democrazia occidentale e dei diritti umani'."

I ricercatori hanno avvertito che il loro studio potrebbe in realtà essere troppo breve per informarci di eventuali grandi cambiamenti nei valori umani.

 

Dopotutto, la civiltà umana esiste da circa 10.000 anni.

 

Questo studio ne ha coperto solo lo 0,4%.

"Può darsi che i nostri risultati siano specifici per un particolare periodo di tempo successivo alla decolonizzazione e alla fine della Guerra Fredda e che avremmo trovato risultati diversi in periodi di tempo diversi", hanno scritto Jackson e Medvedev.

 

"Solo il tempo dirà se i nostri risultati rappresentano una tendenza culturale generale o un fenomeno storicamente isolato."

Pubblicato sul sito web: https://www.bibliotecapleyades.net/
 

mercoledì 22 maggio 2024

Perché sta succedendo? Non possiamo imparare dai nostri errori?

 Le truppe NATO finiranno in Ucraina?Credito: NATO

Raddoppiare la stupidità strategica

 

di Dennis Small da EIRNews 


La mossa britannico-americana di sfruttare l’avanzata della NATO attraverso l’Ucraina per demolire la Russia e rovesciare il governo Putin, è stata un fallimento monumentale, come possono vedere anche i ciechi.

Mezzo milione di ucraini vivranno più tardi, cosa si propone di fare l’asse Londra-Washington?

Raddoppiare la stupidità strategica e ora inviare truppe NATO direttamente in Ucraina, e ballare fino all’orlo della guerra termonucleare con la Russia.

Il governo Netanyahu – con la piena complicità di Washington e Londra – si è impegnato nel genocidio di Gaza con tale faccia tosta da far guadagnare a tutti loro un meritato posto nel registro del nuovo Tribunale di Norimberga.

 

Stanno finalmente cercando un modo per risolvere la questione attraverso i negoziati? Non trattenere il respiro.

Piuttosto, la macchina da guerra della NATO si sta espandendo in modo aggressivo nel teatro del Pacifico, una politica che sarà fortemente spinta al vertice di questa settimana del presidente Biden con il giapponese Kishida e il filippino Marcos – con alcuni think-tank che addirittura propongono che gli Stati Uniti “se ne vadano”. alla guerra con la Cina per il Secondo Secco Thomas nel Mar Cinese Meridionale...!

 

E la NATO sta rapidamente estendendo la sua portata anche nell'Atlantico meridionale, con la visita in Argentina della scorsa settimana da parte del capo del Comando meridionale degli Stati Uniti, il generale Laura Richardson.

Perché sta succedendo?

 

Non possiamo imparare dai nostri errori?

"Penso che il problema più grande, più grande delle specificità dell'Ucraina, della NATO contro la Russia, del pericolo di un allargamento della guerra in Medio Oriente, sia la geopolitica", ha affermato oggi Helga Zepp-LaRouche in una discussione con i soci.

 

"Perché anche se si riuscisse a trovare una soluzione alla guerra in Ucraina e alla guerra in Medio Oriente, purché l'Occidente - intendendo la NATO, gli Stati Uniti, l'UE, il Regno Unito - purché sia ​​determinato a mantenere il dominio unipolare neoliberista del mondo, e considerano i paesi emergenti come nemici, tanto più quando sono alleati con la Cina, la Russia e i BRICS nella costruzione di un nuovo sistema, finché li considerano nemici, continueranno a trovare scenari di guerra..."

Zepp-LaRouche continua:

"Ecco perché solo il nostro approccio (funzionerà):

innanzitutto per dimostrare il concetto di pace attraverso lo sviluppo con il Piano Oasis, ma poi in un modo più ampio per stabilire una nuova architettura di sicurezza e sviluppo, in cui il principio della pace attraverso lo sviluppo venga applicato a tutto il mondo.

A meno che non realizziamo ciò, non penso che l’attuale escalation verso la Terza Guerra Mondiale cesserà, semplicemente perché gli scenari e i teatri potrebbero cambiare e cambiare, ma il controllo imperiale oligarchico complessivo rimarrà come motivazione”.

Zepp-LaRouche ha poi sottolineato l'importanza del ricorso presentato questa settimana dal Nicaragua davanti alla Corte internazionale di giustizia (ICJ) dell'Aia,

accusando la Germania di aver violato la Convenzione sul genocidio inviando grandi quantità di armi a Israele,

...a cui è stato ordinato dalla Corte Internazionale di Giustizia di cessare le sue azioni a Gaza che costituiscono un plausibile caso di genocidio.

"Il fatto che ciò sia avvenuto è assolutamente importante", ha affermato Zepp-LaRouche.

 

“Non importa cosa pensano le élite al potere, che possono semplicemente ignorarlo e respingerlo, potete star certi che gli occhi del Sud del mondo e del mondo intero saranno puntati su quella situazione”. "È il caso dell'umanità ad essere sotto processo , e non solo la difficile situazione dei palestinesi", ha concluso.

 

"Quindi organizziamo una tempesta per la conferenza del Piano Oasis del 13 aprile, e teniamo presente che dobbiamo arrivare a un paradigma completamente nuovo."

Pubblicato sul sito web: https://www.bibliotecapleyades.net/

®wld

mercoledì 15 maggio 2024

Benvenuti nel mondo dell'ingegneria climatica

Dane Wigington
GeoengineeringWatch.org

"Allerta neve emessa per le Hawaii", questo titolo dell'ultima ora proviene da Newsweek, oggi, sabato 11 maggio 2024. Novità da Yahoo News:

"Il manto nevoso riceve un aumento di fine stagione dalle tempeste del Colorado" e "Oltre 100 temperature sfondano 100 anni Record di calore nell'Australia orientale.

La prossima preoccupazione è il fuoco". E "Una città del Texas meridionale potrebbe aver appena visto la temperatura di maggio più calda nella storia del Texas".  

Secondo il Weather Prediction Center, La Puerta, Texas, ha raggiunto quota 116 giovedì. Cosa c'è che non va in questa immagine? Benvenuti nel mondo dell'ingegneria climatica. L'ultima puntata di Global Alert News è riportata di seguito.

 
 
 

L'Astra Brahmashirsha il gigantesco messaggero di morte

Se vuoi la vera libertà, vivi come un leone, lotta per la verità e crea la tua realtà.