lunedì 2 agosto 2021

L'operazione chiamata C-O-V-I-D sono gli anziani

  

Il COVID-19 è l'omicidio degli anziani 


Nel film del 1973, Soylent Green, un detective della polizia di New York scopre che la popolazione della città, estremamente sovraffollata e colpita dalla povertà, che si nutre di cibo governativo trasformato, chiamato Soylent, sta ora inconsapevolmente mangiando gli esseri umani che sono morti. Questo è ciò di cui è fatto Soylent Green. Questo è il terribile segreto. Qual è il segreto adesso? È tutto lì nella letteratura open source...

Corsivo mio: il film si chiama "2022 I Sopravissuti"

Cominciamo da qui:

Il virus S-A-R-S-C-o-V-2 non esiste.

I presunti test diagnostici sono privi di significato.

I numeri dei casi sono privi di significato.

Le persone che sono morte sono morte per molteplici ragioni, nessuna delle quali ha nulla a che fare con S-A-R-S-C-o-V-2.

Ho passato l'ultimo anno a scrivere oltre 300 articoli, fornendo prove convincenti per le affermazioni di cui sopra.

Ci sono "persone che sono morte etichettate come morti per C-O-V-I-D". AKA "realtà ufficiale". AKA "bugie ufficiali".

Chi e 'questa gente? In generale, chi sono?

Ecco due dichiarazioni. Le persone sono morte, ma non a causa di S-A-R-S-C-o-V-2:

La Kaiser Family Foundation, 24 luglio 2020: "Gli adulti di età pari o superiore a 65 anni rappresentano il 16% della popolazione degli Stati Uniti, ma l'80% dei decessi per C-O-V-I-D-1-9 negli Stati Uniti..."

AARP, 1 aprile 2021: "Il 95% dei decessi per C-O-V-I-D-1-9 negli Stati Uniti si è verificato tra persone di età pari o superiore a 50 anni".

Un membro della task force sul coronavirus di Biden, il dottor Zeke Emanuel, una volta ha affermato che non c'è motivo per cui le persone dovrebbero voler vivere oltre i 75 anni. Basta andare gentilmente in quella buona notte.

Ebbene, quello che si chiama C-O-V-I-D sono gli anziani.

Il mio primo indizio sugli anziani è venuto da un rapporto pubblicato dall'Istituto Superiore di Sanità italiano durante i primi giorni della "pandemia". Ha affermato che l'età media delle persone che muoiono di C-O-V-I-D nel paese era di 79,5 anni. Quell'indizio era grande quanto una portaerei parcheggiata fuori casa tua.

Subito dopo il rapporto italiano, l'Istituto Superiore di Sanità si è oscurato. Non sono state rilasciate altre ricerche. Nessun aggiornamento. Avevano parlato al di fuori della scuola e qualcuno gli aveva dato uno schiaffo in testa.

Rapporti di stampa open source hanno rivelato che la "mortalità in eccesso" del 2020 è stata in gran parte il risultato della morte di anziani nelle case di cura.

Questo non ha nulla a che fare con un virus.

Ha a che fare con pazienti che sono GIÀ su una lunga diapositiva di salute verso il basso. Hanno GIÀ più condizioni di salute. Per anni, persino decenni, sono stati martellati con farmaci tossici, indebolendo i loro corpi e distruggendo il loro sistema immunitario...

E POI sono colpiti dal TERRORE di una diagnosi arbitraria e falsa di C-O-V-I-D-1-9—

E POI sono isolati e tagliati fuori dalla famiglia e dagli amici, in strutture in cui la grave negligenza e l'indifferenza sono troppo spesso lo "standard di cura".

La morte è il risultato diretto.

Morte prematura forzata.

Questi pazienti si piegano e muoiono.

I gestori dell'informazione sulla pandemia raccontano la grande bugia. Raccontano storie sul "virus" che ha un impatto maggiore sugli anziani.

No, la STORIA di un virus ha l'impatto. Il terrore ha un impatto mortale. L'isolamento ha un impatto mortale. Il terrore e l'isolamento assegnano il colpo finale.

In misura sorprendente, il C-O-V-I-D-1-9 è un DISASTRO DELLA CASA DI CURA.

Omicidio di massa per crudeltà.

Promemoria per gli investigatori finanziari: calcola quanti soldi stanno risparmiando il governo e gli assicuratori privati, perché non devono continuare a pagare per l'assistenza a lungo termine di tutti gli anziani che muoiono prematuramente nelle case di cura. Il numero di soldi sarà sbalorditivo.

Tony Fauci conosce la truffa. Sa che il C-O-V-I-D-1-9 è una persona anziana. Le persone muoiono per la paura che promuove. Fauci non ha un briciolo di vergogna. È un portavoce scoperto da Bill Gates e David Rockefeller.

Il male permea l'operazione C-O-V-I-D. Gli anziani nelle case di cura sono l'obiettivo primario. Farli morire prima è la tattica, al fine di pompare i falsi numeri di mortalità C-O-V-I-D.

Senza quei numeri fasulli, l'intera "pandemia" sarebbe stata smascherata in un'ora.

Ho detto che ci sono stati due eventi chiave nella rifilatura di tutta la feroce finzione C-O-V-I-D: il regime cinese che ha bloccato 50 milioni di cittadini durante la notte senza una buona ragione medica, dando il via libera all'Organizzazione Mondiale della Sanità e al CDC per "seguire il nuovo modello"; e la proiezione computerizzata delle morti finanziata da Bill Gates, messa insieme da Neil Ferguson, che ha mentito tra i denti quando ha affermato che mezzo milione di persone potrebbero morire nel Regno Unito e due milioni negli Stati Uniti entro l'estate del 2020, fornendo così il finale “motivazionale” per il lockdown.

Il terzo evento chiave è stato ed è l'attacco prolungato agli anziani.

Uccidi queste persone con terrore e isolamento e fai aumentare il numero delle morti.

A partire dal 22 maggio 2020, Forbes ha riferito che "...nei 43 stati che attualmente riportano tali dati, un sorprendente 42% di tutti i decessi per C-O-V-I-D-1-9 ha avuto luogo in case di cura e strutture di residenza assistita".

Washington Post, 18 maggio 2020: "L'Organizzazione mondiale della sanità ha affermato che metà dei decessi per Covid-19 in Europa si sono verificati in tali strutture".

Titolo dello stesso articolo del Post: "La crisi delle case di cura in Canada: l'81% dei decessi per coronavirus [nel paese] sono in strutture di assistenza a lungo termine".

The Guardian, 16 maggio 2020: “Circa il 90% delle 3.700 persone morte a causa del coronavirus in Svezia aveva più di 70 anni e la metà viveva in case di cura, secondo uno studio del National Board of Health and Welfare svedese alla fine di aprile.”

"Il paese [Spagna] è rimasto scioccato alla fine di marzo quando il ministro della Difesa ha rivelato che i soldati arruolati per disinfettare le case residenziali avevano trovato alcuni anziani abbandonati e morti nei loro letti".

“…i governi regionali di Madrid e della Catalogna hanno pubblicato i propri dati sulle persone che sono morte nelle case di cura…”

“A Madrid, il totale dei decessi per Covid, o sospetto Covid, dall'8 marzo si è attestato giovedì a 5.886. In Catalogna erano 3.375. Tra di loro, i decessi nelle case di cura nelle due regioni rappresentano oltre un terzo di tutti i decessi per coronavirus nel Paese».

E c'è stata una grande quantità di allerta precoce sull'argomento, se qualcuno delle agenzie di sanità pubblica volesse prestare attenzione - The Guardian, 13 aprile 2020: "Circa la metà di tutti i decessi per Covid-19 sembrano avvenuti nelle case di cura in alcuni Paesi europei... I dati istantanea provenienti da diverse fonti ufficiali mostrano che in Italia, Spagna, Francia, Irlanda e Belgio tra il 42% e il 57% dei decessi per virus si sono verificati nelle case, secondo il rapporto di accademici con sede presso la London School of Economia (LSE).”

Queste cifre della casa di cura danno solo un'immagine parziale. Considera il NUMERO ENORME di persone anziane, già malate che si trovano fondamentalmente nella stessa situazione A CASA: terrorizzate dalla propaganda COVID, rinchiuse, isolate; e poi muoiono, e anche quelli che riescono ad arrivare in ospedale, dove vengono messi su respiratori, pesantemente sedati e uccisi.

The Hill, senza data (fine aprile 2020), ha riferito su "dati... raccolti presso la Northwell Health, il più grande sistema ospedaliero dello stato di New York. Lo studio, pubblicato sul Journal of the American Medical Association (JAMA), esamina 5.700 pazienti ricoverati con infezioni da coronavirus nella regione di New York City, con risultati finali registrati per 2.634 pazienti. L'età media dei pazienti era di 63 anni... Per la fascia di età successiva, di età pari o superiore a 66 anni, i pazienti sottoposti a ventilazione meccanica hanno registrato un tasso di mortalità del 97,2%".

Eppure il trattamento della morte con il ventilatore continua. Così come il trattamento con remdesivir, un farmaco altamente tossico.

Il New York Times (27 giugno 2020) ha riferito che il 43% di tutti i decessi statunitensi per C-O-V-I-D si è verificato nelle case di cura e in altre strutture di assistenza a lungo termine per gli anziani. In almeno 24 stati, più del 50% di tutti i decessi per C-O-V-I-D si sono verificati in queste strutture. Il Times non ha menzionato la morte di anziani negli ospedali o, a casa, tagliati fuori dalla famiglia e dagli amici. La situazione è di gran lunga peggiore di quanto il Times abbia immaginato.

Il C-O-V-I-D sono gli anziani. Spinto nella morte.

È un omicidio di massa.

Dietro le direttive, le richieste, le dichiarazioni e le dichiarazioni così premurose di politici e funzionari della sanità pubblica, c'è un omicidio di massa.

Immagina di avere 80 anni. Per anni hai sofferto di molteplici gravi condizioni di salute. Per anni, i medici ti hanno somministrato molti farmaci tossici, tagliando il tuo sistema immunitario, indebolendo il tuo corpo, influenzando il tuo giudizio. Arriva una falsa storia su un virus mortale. Ogni volta che accendi il televisore, eccola lì, quella storia spaventosa. Sei terrorizzato. Forse il virus ti visiterà. E poi un giorno, il tuo dottore ti fa un test, o semplicemente osserva i tuoi sintomi clinici, e dice di sì, ce l'hai. Il virus. Sei infetto. Il tuo terrore aumenta. Il tuo peggior incubo si è avverato. E all'improvviso sei isolato nella tua casa, da solo, o sei rinchiuso nella tua stanza in una casa di cura, tagliato fuori dalla famiglia e dagli amici. Giorno dopo giorno, settimana dopo settimana. Cosa faresti?

È probabile che non vedresti alcun motivo per vivere. Ti arrenderesti e moriresti.

L'operazione chiamata C-O-V-I-D sono gli anziani. Uccidere i vecchi.

Fonte:  https://blog.nomorefakenews.com/2021/08/02/covid-19-is-the-murder-of-old-people/

®wld

sabato 31 luglio 2021

Cieli di grafene?

 
Cosa non ci viene detto? Il grafene, un elemento altamente tossico e controverso, viene seminato nei nostri cieli come parte delle operazioni segrete di intervento sul clima in corso? 
 
La modificazione del clima è l'unico motivo alla base degli elementi utilizzati per i programmi di nebulizzazione di aerosol atmosferici? 
 
Sono in corso anche altri ordini del giorno? I meteorologi e i loro controllori considerano le conseguenze delle loro azioni? 
 
O è possibile che molte delle conseguenze siano, di fatto, parte dell'agenda? Si prega di rivedere il rapporto video di 5 minuti allegato per input e risposte. Tutti sono necessari nella battaglia critica per svegliare le popolazioni a ciò che sta arrivando, dobbiamo fare in modo che ogni giorno conti. Condividi dati credibili da una fonte credibile, fai sentire la tua voce. Gli sforzi di sensibilizzazione possono essere effettuati dal proprio computer di casa. DW

 
*********************************************** 
 
Tutte le ideologie sono un'invenzione del potere occulto
 
 Puoi guardare e ascoltare il video cliccando sull'immagine o su Telegram 
 

venerdì 30 luglio 2021

CDC/FDA stanno confessando che c'è stato un PROBLEMA con il test PCR

CDC/FDA confessano: non avevano virus quando hanno inventato il test per il virus

Il CDC ha emesso un documento che trabocca di ammissioni interessanti e devastanti.

Il rilascio è intitolato "21/07/2021: Lab Alert: Changes to CDC RT-PCR for SARS-CoV-2 Testing". [1] Inizia in modo esplosivo:

“Dopo il 31 dicembre 2021, il CDC ritirerà la richiesta alla Food and Drug Administration (FDA) statunitense per l'autorizzazione all'uso di emergenza (EUA) del CDC 2019-Novel Coronavirus (2019-nCoV) Real-Time RT-PCR Diagnostic Panel, il test introdotto per la prima volta nel febbraio 2020 solo per il rilevamento di SARS-CoV-2. CDC sta fornendo questo avviso in anticipo ai laboratori clinici per avere il tempo sufficiente per selezionare e implementare una delle tante alternative autorizzate dalla FDA.

Molte persone credono che questo significhi che il CDC sta rinunciando al test PCR come mezzo per "rilevare il virus". Non credo che il CDC lo dica affatto.

Dicono che la tecnologia PCR continuerà a essere utilizzata, ma stanno sostituendo ciò che il test sta cercando con un "campione di riferimento" migliore. Un marcatore migliore. Un obiettivo migliore. Un pezzo migliore di RNA presumibilmente derivato da SARS-CoV-2.

CDC/FDA stanno confessando che c'è stato un PROBLEMA con il test PCR che è stato utilizzato per rilevare il virus, a partire dal febbraio del 2020, fino a questo minuto.

In altre parole, i milioni e milioni di “casi COVID” basati sul test PCR in uso sono tutti sospetti.

A conferma di ciò, il documento del CDC si collega a un comunicato della FDA intitolato "Dati comparativi del pannello di riferimento SARS-CoV-2". [2] [2a] Ecco una citazione killer:

“Durante i primi mesi della pandemia di Coronavirus 2019 (COVID-19), i campioni clinici [del virus] non erano prontamente disponibili per gli sviluppatori di IVD [diagnostica in vitro] per rilevare SARS-CoV-2. Pertanto, la FDA ha autorizzato gli IVD sulla base dei dati disponibili da campioni artificiali generati da una serie di fonti di materiale SARS-CoV-2 (ad esempio RNA specifico del gene, RNA sintetico o RNA virale dell'intero genoma) per la valutazione delle prestazioni analitiche e cliniche. Sebbene la convalida utilizzando questi campioni inventati fornisse una misura di fiducia nelle prestazioni del test all'inizio della pandemia, non è possibile confrontare con precisione le prestazioni di vari test che utilizzavano campioni inventati perché ogni test convalidava le prestazioni utilizzando campioni derivati ​​​​da diversi geni specifici, fonti sintetiche o genomiche di acidi nucleici”.

Traduzione: noi, al CDC, non avevamo un esemplare del virus SARS-CoV-2 quando abbiamo ideato il test PCR per SARS-CoV-2. Sì, è incredibile, vero? E questo è il test che abbiamo usato per tutto il tempo. Quindi abbiamo PROVVISTO campioni del virus. Abbiamo fabbricato. Abbiamo mentito. Abbiamo inventato [inventato] sequenze di geni sintetici e abbiamo DETTO che queste sequenze DOVREBBERO ESSERE vicine alla sequenza di SARS-CoV-2, senza avere la più pallida idea di quello che stavamo facendo, perché, ancora una volta, non avevamo un vero e proprio campione del virus. Non avevamo prove che C'ERA qualcosa chiamato SARS-CoV-2.

Questo straordinario documento della FDA afferma che l'Agenzia ha concesso l'approvazione di emergenza a 59 diversi test PCR dall'inizio della (falsa) pandemia. 59. E, "... non è possibile confrontare con precisione le prestazioni di vari test che hanno utilizzato campioni inventati perché ogni test ha convalidato le prestazioni utilizzando campioni derivati ​​da diverse fonti di acido nucleico gene specifico, sintetico o genomico".

Traduzione: ciascuno dei 59 diversi test PCR per SARS-CoV-2 ha raccontato bugie diverse e ha inventato diverse invenzioni sulla composizione genetica del virus, il virus che non avevamo. Ovviamente, quindi, questi test darebbero risultati inaffidabili.

MA, non preoccuparti, sii felice, perché ORA, il CDC e la FDA dicono, hanno davvero campioni di virus reali di SARS-CoV-2 dai pazienti; hanno obiettivi migliori per il test PCR e i laboratori dovrebbero iniziare a prepararsi per i test nuovi e migliorati.

In altre parole, stavano mentendo ALLORA, ma non stanno mentendo ADESSO. Stavano "escogitando", ma ora stanno dicendo la verità.

Se ci credi, ho in vendita l'acqua della Fontana della Giovinezza, estratta dal sistema contaminato dal piombo di Flint, nel Michigan.

Qui, ancora una volta, riporto la versione virologica di "abbiamo isolato il virus": [[3] thru [3i]]

Hanno una zuppa che fanno nei loro laboratori.

Questa zuppa contiene cellule umane e di scimmia, sostanze chimiche tossiche e droghe e ogni sorta di altro materiale genetico casuale. Poiché le cellule iniziano a morire, i ricercatori ASSUMONO che un po' di muco da un paziente che hanno lasciato cadere nella zuppa sta uccidendo, e IL VIRUS deve essere l'agente killer nel muco.

Questa ipotesi è del tutto infondata. I farmaci e le sostanze chimiche potrebbero uccidere le cellule e i ricercatori stanno anche affamando le cellule di nutrienti vitali.

Non ci sono prove che SARS-CoV-2 sia nella zuppa, o che stia uccidendo le cellule, o che esista.

Eppure i ricercatori chiamano la morte cellulare "isolamento del virus".

Dire che questo è un non-sequitur è un enorme eufemismo. Nel loro universo, "Abbiamo il virus sepolto in una zuppa in un piatto in laboratorio" equivale a "Abbiamo separato il virus da tutto il materiale circostante".

La virologia equivale a "come diffondere stronzate per vivere e spaventare il mondo". A parte questo, è perfetto.


FONTI:

[1] https://www.cdc.gov/csels/dls/locs/2021/07-21-2021-lab-alert-Changes_CDC_RT-PCR_SARS-CoV-2_Testing_1.html

[2] https://www.fda.gov/medical-devices/coronavirus-covid-19-and-medical-devices/sars-cov-2-reference-panel-comparative-data

[2a] https://www.cdc.gov/csels/dls/locs/2020/fda_updates_the_sars-cov-2_reference_panel_comparative_data.html

[3] blog.nomorefakenews.com/2020/12/18/sars-cov-2-has-not-been-proven-to-exist/

[3a] blog.nomorefakenews.com/2021/01/26/sars-cov-2-has-not-been-proven-to-exist-shocking/

[3b] blog.nomorefakenews.com/2021/04/21/isolation-of-sars-cov-2-refuted-in-step-by-step-analysis-of-claim/

[3c] blog.nomorefakenews.com/2021/04/26/the-non-existent-virus-and-the-implications/

[3d] blog.nomorefakenews.com/2021/05/20/the-pandemic-virus-that-doesnt-exist/

[3e] blog.nomorefakenews.com/2021/05/21/more-on-the-coronavirus-that-doesnt-exist-and-the-pink-demon/

[3f] blog.nomorefakenews.com/2021/05/31/wuhan-lab-bioweapon-gain-of-function-but-the-virus-doesnt-exist/

[3g] andrewkaufmanmd.com

[3h] drtomcowan.com

[3i] greatreject.org/dr-stefan-lanka-claims-about-viruses-are-false

Fonte articolo: https://blog.nomorefakenews.com/

®wld

martedì 27 luglio 2021

Il caos climatico si sta intensificando in tutto il mondo

  

Dane Wigington
GeoengineeringWatch.org
 

Il caos climatico si sta intensificando in tutto il mondo, lo stesso vale per lo scenario C-V-1-9. Le cupole di calore ad alta pressione indotte dal riscaldatore della ionosfera stanno alimentando siccità e incendi senza precedenti. 

Le cupole di calore trattengono anche gli enormi pennacchi di fumo tossico in superficie su regioni densamente popolate in tutto il paese e nel mondo. 
 
Il dispiegarsi e l'accelerazione del collasso della biosfera sta spingendo la struttura del potere alla disperazione totale, le operazioni di intervento climatico stanno ulteriormente alimentando tutto questo. 
 
Sebbene molti stiano finalmente iniziando ad aprire gli occhi, siamo già pericolosamente in ritardo nel gioco. L'ultima puntata di Global Alert News è di seguito QUI
 
*********************************

 
*********************************
 

sabato 24 luglio 2021

Addio Italia: se siamo all’apartheid, la democrazia è finita

E’ semplice: basta cedere su un punto cruciale (la verità) e la rovina sarà garantita. La verità omessa è questa: il #Covid è curabilissimo, da casa. La menzogna: il “#vaccino” (che #vaccino non è) resta l’unica soluzione. Falso: la terapia genica sperimentale introdotta nel 2021, che mai sarebbe stata autorizzata se si fosse ammessa l’esistenza delle normali terapie, non solo non riduce affatto i contagi, che di per sé oltretutto non significano nulla; il “non-#vaccino” è anche la corda con cui impiccare quel che resta della democrazia italiana. Addio giustizia, diritti, libertà, privacy. Addio economia, addio socialità. Addio cinema e teatro, addio bar e ristoranti. Addio Italia. Imperdonabile, la scelta di Mario Draghi: puntare tutto solo sul “non-#vaccino”, trascurando in modo sciagurato le terapie. L’associazione medica “Ippocrate” ha appena presentato il suo bilancio, dopo 60.000 pazienti #Covid curati e guariti da casa: nessun ricovero, nessuna vittima. Lo scandalo: l’Italia non ha ancora adottato un protocollo come quello di “Ippocrate”.

ManIl ministero della sanità è addirittura intervenuto, in sede giudiziaria, per bloccare l’adozione delle cure precoci: quelle che azzerano il rischio di ospedalizzazione, facendo crollare i numeri su cui si basa l’emergenza sanitaria che tiene in ostaggio l’Occidente. La vergogna: Tachipirina e “vigile attesa” (dell’aggravamento) rappresentano ancora l’autostrada per l’inferno che l’esecutivo tiene aperta. Scandalo nello scandalo: Roberto Speranza è tuttora ministro della sanità. E personaggi come Franco Brusaferro (alla guida del catastrofico Comitato Tecnico-Scientifico, oltre che dell’Istituto Superiore di Sanità) hanno fatto a gara per nasconderla, la verità, con colleghi del calibro dei pomposi virologi televisivi, o di “esperti” come Nino Cartabellotta, che regge la fondazione Gimbe (narrata come indipendente, ma che in realtà si finanzia lavorando per le Big Pharma). Il clan italico dell’epoca Conte-Arcuri è ancora determinante, a quanto pare, se ha la forza di imporre l’apartheid sanitario anche sotto il regno di sua santità Mario Draghi, che non ha voluto (o potuto) emarginare la menzogna. L’ha lasciata al potere, con la facoltà di rovinare la vita a milioni di italiani, spalancando prospettive da incubo. Giorgia Meloni parla di fine della democrazia, mentre il timidissimo Salvini si limita a giudicare irrealistica l’estensione universale del Green Pass per via della carenza di dosi “#vaccinali”. L’ex grillino Pino Cabras mette a fuoco lucidamente la questione: se il “#vaccino” non limita affatto i contagi, che senso ha imporlo come condizione per sedersi al ristorante?

Mask-scuolaSentire persone che ancora si ostinano a ragionare onestamente fa quasi tenerezza: se avessimo la macchina del tempo, sarebbe come vedere qualcuno che tenta di convincere le SS, spiegando loro che gli ebrei non sono colpevoli di niente. Trascurando – per pietà – qualsiasi osservazione sugli imbarazzanti “#vaccini genici”, c’è da friggere di rabbia di fronte allo spettacolo di un governo che, si dice, aveva il compito di risollevare il paese dopo la micidiale cura-Conte, imposta dai peggiori poteri oscuri legati all’oligarchia reazionaria mondiale. Bastava che Draghi – oltre a fornire le dosi “#vaccinali” per i più sprovveduti, in preda al panico – avesse avuto cura di disporre, parallelamente, un adeguato protocollo sanitario nazionale per la terapia domiciliare dell’influenza 2019, con tutte le sue ovvie “varianti”. Non solo non l’ha fatto, ma ora obbliga gli italiani a subire un regime di apartheid: in nome di una farmacologia solo sperimentale, in base a cui imporre una sorta di Tso, inflitto in primis agli stessi medici, in barba alla Costituzione.

DogTecnicamente, ha ragione Meloni: se così stanno le cose, allora la democrazia è proprio finita. Addio, Italia. Ormai non ha più senso neppure continuare ad affannarsi a scrivere sui blog: chi doveva capire, ha capito. Ad aprire gli occhi ai dormienti, probabilmente, provvederà la spietata durezza dei giorni che verranno, per la gioia del potere mondiale che ha programmato la più clamorosa campagna terroristica della storia, sulla base di una epidemia influenzale dalla letalità pressoché irrisoria. Basta curarli in tempi ragionevoli – dicono i medici di “Ippocrate” – e persino i novantenni evitano di essere ricoverati. La verità è questa, ma il governo la calpesta: la sotterra, insieme alla dignità e alla libertà dei cittadini, peraltro in gran parte ridotti a zombie, alcuni rimbecilliti al punto da circolare ancora per strada con il volto coperto da uno straccetto completamente inutile, oltre che dannoso per la salute. Ora siamo all’ultimo atto, l’apartheid: non è il caso, davvero, di spendere altre parole.

E’ finita: si è arrivati esattamente dove si temeva si potesse giungere. Di fronte a questo, impallidisce ogni altro argomento di attualità, politica o economia: non vale la pena affrontarlo, perché è oscurato dall’emergenza democratica che sbriciola i diritti umani. Un sentito grazie, intanto, a chi ha ostinatamente, ottusamente rifiutato di riconoscere la cinica premeditazione degli eventi. E un grazie ancora più grande va a tutte le pecore che, con la loro zelante sottomissione, hanno permesso al lupo di sbranare anche chi pecora non è. Merito loro, se la democrazia si spegne: nessuna dittatura potrebbe mai prevalere, se non potesse contare su milioni di servi, pronti persino a denunciare il vicino di casa. Quello è il bivio, definitivo, in cui due umanità distinte si separano: per sempre.

Fonte: https://www.libreidee.org/2021/07/addio-italia-se-siamo-allapartheid-la-democrazia-e-finita/

®wld 

giovedì 22 luglio 2021

L'odore delle bugie - M...a in calze di seta

 
LE CALZE DI SETA...L’ODORE DELLE BUGIE

Ricevo da Anna Dossena e pubblico: Alessandro Sieni

Di LivioCadè

“Le bugie hanno un odore acre e penetrante. L’aria ne è satura, i suoi miasmi penetrano ovunque. Persino in Vaticano, tra intrighi curiali e fumi d’incenso, si respira un greve tanfo di menzogne. I più non lo avvertono, essendo pseudofagi. Si cibano di bugie, e il loro olfatto vi è ormai abituato. Anzi, sono convinti che l’informazione ufficiale fornisca ogni giorno nuove razioni di sacrosanta verità.

Le bugie son composte di atomi, molecole, tessuti. Quando giungono a formare un intero organismo diventano ‘versioni ufficiali’, di natura pubblica o privata. Nella prima son contenuti i tipici olezzi del giornalismo ufficiale, della medicina ufficiale, della storia ufficiale, della religione ufficiale, dei comunicati ufficiali e così via.

Molti credono a tali esposizioni dei fatti perché affetti da una sorta di neotenia spirituale. Anche in età adulta conservano tratti di soggezione infantile nei confronti di esperti e autorità. Ne fanno le ipostasi di potenti e onniscienti Genitori, con conseguenze nefaste nella comprensione della realtà. Questi pseudo-genitori infatti non hanno scrupoli nel mentire. Paradigmatico è il recente caso della pseudo-#pandemia, questa sorta di fiaba ipnotica e angosciante, apoteosi della ‘versione ufficiale’ e del suo carattere manipolatorio.

Ogni manifestazione ufficiale di carattere scientifico, morale o culturale, ha per i più natura apodittica, potenza oracolare. Ma tale fenomeno ha le sue prime origini nel privato. La versione ufficiale nasce come elaborazione dell’immagine di sé. È una specie di film in cui ognuno proietta la sua vita. Quando lo mostra agli altri ne taglia alcune scene, altre le modifica. Ma anche la copia per sé fa ampio uso di invenzioni e specchi deformanti.  Perché in realtà l’uomo ha bisogno di mentire a sé stesso prima che agli altri.

Così, ogni società composta di bugiardi deve di necessità mentire a sé stessa. I valori che esibisce sono ipocrite foglie di fico. La Versione Ufficiale, nata da una rimozione psichica, diviene prassi del mentirsi l’un l’altro, conformismo della falsità. È l’intreccio di forze suggestive e autosuggestive; rappresentazione di sé con cui la società e gli individui che la compongono, in modo solidale, sostituiscono i fatti con versioni ad hoc.

La bugia è la più elementare e diffusa forma di potere perché permette a chiunque un controllo sulla realtà. Presenta un doppio vantaggio: illudere ed essere illusi. Col tempo il mentire forma un blocco compatto, la cui stabilità poggia sulla coerenza delle bugie che ne formano la base. Diviene così fondamento della personalità individuale e dei vari statuti sociali. Come un ammortizzatore, stempera gli attriti tra la coscienza e il reale.

La ‘versione ufficiale’ non è una copertura superficiale della verità. Se scavassimo, troveremmo altre bugie. Vi sono persone e società che mentono a sé stesse per nascondere una bugia più profonda che ne copre un’altra più profonda ancora. Forse esiste una Menzogna Madre, radicale e originaria. O forse la vita è come una cipolla, strati di bugie senza un nocciolo. Cercando potremmo forse scoprirlo, ma l’attenersi alle versioni ufficiali provoca un’atrofia progressiva nell’organo della realtà.

Se capita che qualcuno si metta a cercare è perché le bugie, a lungo andare, possono creare sofferenza. Se una bugia ne contraddice un’altra, se un complesso di bugie entra in conflitto con un altro, si incrina quella stabilità interiore fondata su un auto-inganno armonico, e si manifestano delle crepe, ossia disturbi psichici di natura personale o collettiva.

In tal caso si può prendere coscienza della propria inautenticità e intraprendere una dolorosa discesa agli inferi, negli abissi della realtà negata. Il primo passo verso la verità è smantellare le versioni ufficiali, quelle di dominio pubblico come quelle più personali. Si ritorna così gradualmente pseudo-sensibili e si impara nuovamente a riconoscere l’odore della bugia. Questo però costa tempo e fatica. Più comodo è inventarsi nuove bugie o puntellare quelle vecchie. Psicoterapie o artifici intellettuali possono rimpiazzare le menzogne traballanti con altre più solide e funzionali.

La versione ufficiale coincide in sostanza con la difesa di una identità. Non fidarsene significherebbe dubitare di sé stessi. Governo, sanità e mass media non potrebbero ammannirci ogni giorno fanfaluche su contagi e vaccini se la gente non conservasse nel fondo dell’anima questa colpevole abitudine di fuggire la verità, di illudersi. È per questa tacita connivenza col falso che la gente si piega docilmente ai decreti; trova sensati protocolli assurdi, ed è pronta a consegnare la sua vita nelle mani di manipolatori scientifici senza scrupoli. E non si può dire se goda più chi inganna o chi è ingannato.

Alla gente non interessa la verità, non la cerca, ne ha paura. La rassicurano solo le versioni ufficiali. Ne ha bisogno come di una droga per sedare i propri dubbi esistenziali. Si guarda bene dal verificarne l’autenticità, dal vederne la fallacia o l’incoerenza. Il suo equilibrio mentale si fonda sulla complicità tra le bugie del Sistema e le sue. Prova quindi un’animalesca ostilità verso chi le metta in discussione. Teme chi minacci di smascherare la sua collusione con un sistema strutturalmente falso. Non si confronta sul piano dei fatti oggettivi, dove fiuta una minaccia per la sua bolla psicologica. Si limita a esorcizzare con formule magiche o con scomuniche ufficiali ogni forma di pensiero divergente. E definisce ‘negazionismo’ ciò che nega la sua negazione della realtà.

La nostra società, secondo vecchi canoni totalitari, si difende dai dissidenti classificandoli come casi patologici. Nel definirli ricorre alle solite infamanti etichette: “negazionisti, complottisti”. Per confutarli non porta prove reali ma sentenzia ex cathedra che i loro argomenti sono deliranti o farneticanti. Termini che suonano come anatemi e scongiuri, e rivelano la sua isterica paura della verità.

In fondo, la Versione Ufficiale è una religione, e oggi un esercito di chierici fa muro per proteggerne il dogma. Politici, medici, giornalisti, son tutti mossi da un’apparente preoccupazione per il bene comune. Mentono, e lo si vede benissimo. Ma la sensibilità comune non lo nota, essendo ostruita da vecchi coaguli di bugie. Eppure, in quei paladini dell’ufficialità, è evidente il conflitto tra la maschera e il volto, la frattura tra la coscienza e l’inconscio. Occorrono anni di ferrea, gesuitica disciplina, oltre a un eccezionale talento, per celare questi intimi dissidi. E i nostri pubblici bugiardi non sono certo dei Mazzarino.


Prendete un politico noto. La mimica innaturale, l’affettazione della voce, ogni parola tradisce in lui la falsità. Ma anche fosse maestro nel simulare e nel dissimulare, abile nell’illudere occhi e orecchi, non potrebbe ingannare un olfatto sano. Non il senso fisico, ma un organo più sottile, un naso spirituale. Allora, se anche cercasse di coprire il fetore delle bugie in un’aura profumata, pensereste di lui ciò che Napoleone diceva di Talleyrand: “merda in calze di seta”.
 
 
******************************** 
 

X22 Report 2530b - La grandezza di ciò che sta per accadere sconvolgerà il mondo - Prepararsi all'onda d'urto - [Giorno Zero]